Cart

Finalmente sono riuscito a mettere sul mercato un progetto a cui sono molto affezionato e che, per svariati motivi, non ero riuscito a terminare: i tavolini Viceversa.

Correva l’anno (perdonatemi ma era una vita che sognavo di dirlo) 2013, precisamente Dicembre 2014 ed ero tornato a casa per le vacanze di Natale. Come spesso accadeva, i primi giorni li passavo a non fare niente, ma poi a poco a poco iniziai a ragionare su un tavolino. Vi starete chiedendo “perché un tavolino e non un tavolo?” e io sarei tentato di rispondere “e perché non tutto il cucuzzaro?” ma per fortuna l’ho solo pensato e la risposta giusta è perché un tavolo sarebbe stato troppo costoso da far prototipare.

vv_schizzo_defPer prima cosa mi concentrai sulle gambe…eh già devo ammettere che credo di avere un grosso problema con le gambe dei tavoli, sono convinto di non saperle disegnare…e forse non ho poi torto! L’idea di questi tavolini mi prese così tanto che feci una cosa che all’epoca non facevo mai, presi il mio taccuino e iniziai a schizzare, cosa che normalmente non facevo mai sia perché disegnavo e tuttora disegno da schifo e sia perché preferivo passare direttamente dal pc.
Dopo vari tentativi arrivai alla conclusione che la linea delle gambe mi piaceva ma dovevo provare a fare qualcosa in più per rendere il tavolino un po’ più particolare come per esempio fare due gambe diverse, poteva essere una bella idea ma avrebbe significato avere dei costi maggiori e purtroppo chi fa autoproduzione deve sempre fare i conti anche con i centesimi di euro. Quindi ricapitolando, le gambe stranamente mi piacevano, ma dovevano essere uguali e alla fine decisi di provare a montarle una al contrario dell’altra. Dallo schizzo al primo modello e al primo rendering il passo fu veramente breve, però c’era il rischio che con le gambe montate in quel modo il tavolino potesse ribaltarsi e per risolvere questo dilemma si poteva solo fare una prova pratica, ma intanto il Natale si avvicinava e pensai bene di concentrarmi sul cibo e di pensare al tavolino una volta tornato a lavoro…

20140116_195947Tornato in ufficio continuai a lavorare sul tavolino dal quale ne scaturirono tre pensati, per ambienti di diverse misure e per funzioni diverse. In particolare due dei tre tavolini erano a forte rischio di ribaltamento e così feci una cosa che nemmeno ai tempi dell’università ero solito fare…un modellino! Eh già io all’università ero proprio allergico ai plastici, sarà per la mia scarsa manualità o perché tutte le volte che ci provavo finivo sempre con un dito tagliato e la carta assorbente, usata come cerotto, tenuta ferma dalla carta gommata. Dopo essermi procurato nell’ordine: dei cerotti, un taglierino e del cartone, iniziai a tagliare e incollare e a fine pomeriggio i tre modellini erano pronti. Dopo alcune modifiche necessarie per evitare che si ribaltassero preparai tutti i disegni necessari per far fare i preventivi e iniziare a produrli.

In genere quando si pensa un prodotto si pensa anche in quale fascia di prezzo collocarlo, e dopo si va a ritroso per stabilire quanto può costare al massimo la produzione…ecco in questo caso quando arrivò il preventivo fu chiaro che questi tavolini non sarebbero mai esistiti visto che il loro costo di produzione era praticamente uguale al prezzo al quale volevamo venderli. A quel punto presi i miei bei modellini di cartone, li buttai e archiviai disegni e rendering in attesa di tempi migliori, era circa Marzo 2014.

img-20160208-wa0004E arriviamo a Ottobre 2015 quando, per ragioni che vi spiegherò in un’altra occasione, mi si presenta l’occasione di poter tagliare dei pezzi con un pantografo e ovviamente il mio pensiero va subito al progetto di quei tavolini finiti troppo presto nel cassetto e inoltre con un nome alquanto ambiguo…68…

Adesso avevo la possibilità di sapere se si sarebbero ribaltati o meno, così rispolverai i disegni e mi armai di trapano perché i pezzi me li tagliavano pure, ma il tavolino lo dovevo assemblare io! Devo dire che la prima prova non andò proprio bene, il tavolino si ribaltava così dopo alcune modifiche si arrivò alla versione giusta!img-20160208-wa0010

Dopo 2 anni finalmente un progetto al quale tengo molto diventa realtà!

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *